Gli ultimi articoli

+39-333-918-8323
Whatsapp
Corso Tullio Boccarusso 130, Massa di Somma 80040
info@heartourism.com
Image Alt

Traccia un cerchio intorno a Napoli, trovi 7 meraviglie

Traccia un cerchio intorno a Napoli, trovi 7 meraviglie

Mettete un compasso sulla carta geografica prendendo come centro Napoli, e tracciate un cerchio. Adesso diteci quale altro paese ha una tale concentrazione di luoghi meravigliosi come Amalfi, Napoli, Ischia, Procida, Sorrento, Positano, Pompei, Capri e molto altro. Mete cosi vicine tra loro ma cosi diverse per bellezza, genere e attrazione. In questo articolo vi introduciamo a 7 meraviglie che si trovano intorno a Napoli.

La Campania è unica e impareggiabile. Per me l’Italia inizia da Napoli (Gérard Depardieu).

Vesuvio

Vesuvius volcano from the air

Julka, vista del Vesuvio dall’alto.

 

È tra i vulcani più conosciuti al mondo, ma anche tra i più pericolosi, avendo al suo intorno 3.000.000 di persone. La sua potenza distruttiva ha fatto parlare molto di se in passato fino ai giorni nostri, categorizzando la sua forza esplosiva la più forte al mondo. Infatti l’eruzione del 79 d.C. ha seppellito per sempre città quali Pompei, Ercolano, Oplonti e Stabia, ma è stata anche la prima testimonianza scritta di un’eruzione vulcanica di questa portata. Si potrebbe affermare che la vulcanologia sia nata ai piedi di questo monte. La sua ultima eruzione è avvenuta nel 1944, filmata dall’aviazione americana, dopodiché il vulcano è entrato nella sua fase di riposo pur rimanendo sempre attivo. Il Vesuvio è amato e temuto dai napoletani, ed è sicuramente il simbolo di tutto il Golfo di Napoli. Per questi motivi, e non solo, questo gigante rientra tra le 7 meraviglie della regione Campania, ma anche patrimonio del mondo intero, adatto sia a turisti, che a viaggiatori.

Pompei. Ercolano, Oplonti e Stabia

Ruins of the ancient roman city of Pompeii, which was destroyed by volcano, Mount Vesuvius, about two millenniums ago, 79 AD

Herraez, rovine di Pompei.

La sfortunata tragedia, che ha visto protagoniste queste piccole cittadine costiere quasi 2000 anni fa venendo totalmente sepolte dalla spaventosa eruzione, ci ha permesso di riportare alla luce una straordinaria testimonianza del modo di vivere dei romani dell’epoca. Un luogo dove è possibile fare un vero e proprio salto nel tempo, senza dover far ricorso alla fantascienza. Pompei è la più conosciuta, grazie anche al recente film hollywoodiano Pompeii del 2014 di Andeson, ma le altre realtà non sono certo da meno, con straordinarie testimonianze del mondo antico. Queste magnifiche rovine, davvero ben conservate, sono una macchina del tempo in cui trasportarci in epoche passate, per questo motivo le inseriamo come seconda meraviglia della regione Campania.

Costiera Sorrentina e Amalfitana

View of the town of Positano with lemons, Amalfi Coast, Italy

Samael vista di Positano con limoni amalfitani.

 

È famosa per i suoi promontori che sovrastano il mare, rendendo ogni luogo della costiera uno straordinario punto panoramico. Splendida è la vista delle sue spiagge e delle colline circostanti, per non parlare di piccole insenature scavate nella roccia che la rendono un luogo magico per la balneazione. Sorrento è amata fin dai tempi dei Greci e Romani. La penisola è caratterizzata anche dai suoi monti Lattari, rendendola attrattiva anche dal punto di vista dell’escursionismo. Inoltre sull’altro versante della penisola, inizia laddove finisce Punta Campanella, la Costiera Amalfitana con angoli di paradiso quali Positano, centro della dolce vita della costiera, Amalfi, Ravello e lo splendido Fiordo di Furore. Da Agerola parte il famoso Sentiero degli Dei, 8 km di costa in cui è possibile ammirare paesaggi dal carattere divino per quanto sono belli. Insomma un piccolo lembo di terra con tanti angoli paradiso, la rendono la terza meraviglia della Campania, adatta soprattutto a turisti, ma anche a viaggiatori.

Le isole Flegree

Girl bathing in the spa, termal place from Ischia, Italy.

Antonio Piscopo, terme di Ischia

Le isole flegree prendono il nome dall’area geologica di Campi Flefrei, una vasta zona vulcanica che si trova nella parte nord del Golfo di Napoli. Le isole più famose sono Ischia e Procida, a seguire le sorelle minori Vivara e Nisida. Le due isole maggiori sono due mete turistiche per caratteri diversi. Ischia, detta anche Isola Verde, per la sua ricca vegetazione, è tra le mete più frequentate dagli amanti delle terme e del relax. Difatti l’isola ha origini vulcaniche, essendo la parte emersa di un vulcano sottomarino, ha tanti luoghi termali naturali. Un esempio è l’insenatura di Sorgeto, con le sue acque termali, sono un esempio di bellezze modellate dalla natura. Personaggi come la Cancelliera tedesca Angela Merkel, scelgono Ischia ogni anno per trovare momenti di relax lontani dalla vita caotica quotidiana. Procida invece è più piccola, ma non di certo meno bella. Infatti è un luogo dove il tempo sembra essersi fermato, in cui tradizioni e semplicità rendono l’isola davvero caratteristica. La Corricella, con il suo borgo di pescatori e le case coloro pastello, è sicuramente tra i luoghi più belli dell’isola. Le isole flegree per la loro impronta di relax e semplicità, sono la quarta meraviglia della regione Campania.

Capri

Capri island, famous road Via Krupp on the mountains.

A. Gravante, Via Krupp.

 

Capri, assieme a Positano, è tra le mete della dolce vita mondiale. Personaggi illustri e famosi di tutto il mondo passano con i loro mega yacht di super lusso per l’isola di Capri. Di giorno l’isola si anima con shopping, escursioni in mare, relax al sole e super aperitivi, di notte si mette in moto la movida craprese. L’isola ha in sé bellezze naturalistiche, storiche, moda, arte, cultura, tradizione culinaria e tanto altro. In barca si possono ammirare i suoi splendidi spelei: quali la Grotta Corallo, la Grotta Bianca, la Grotta Verde e la famosissima Grotta Azzurra. Infine è quasi un obbligo attraversare i Faraglioni dell’isola, vero e proprio simbolo di Capri, per esprimere un desiderio. Per questo la inseriamo tra le meraviglie campane, luogo amatissimo dai turisti.

Reggia di Caserta

carriage with horses in the Royal Palace in Caserta

Di A. Piscopo – Opera propria, CC BY-SA 3.0

 

È famosa per essere la residenza reale più grande al mondo. Un progetto ambizioso che aveva la pretesa di superare in bellezza e sfarzo la sorella maggiore a Versailles. La sua costruzione impegnò un numero altissimo di maestranze, tra cui il capo architetto Luigi Vanvitelli, e vide inoltre l’impiego di materiali pregiati come il tufo da San Nicola La Strada, il travertino da Bellona, la calce da San Leucio, il laterizio da Capua, il marmo grigio da Mondragone e quello bianco da Carrara. Una residenza di circa 1.200 stanze con 1.742 finestre, copre un’area di 44 mila metri quadrati, 34 scale e 1026 camini. Una passeggiata in questa residenza reale, sembra di tornare indietro di due secoli, una meraviglia non solo Campana ma anche europea.

Paestum

Di V. Alfano – Opera propria, CC BY-SA 3.0

 

È una delle città più antiche della Campania ed è situata sul litorale tirrenico, a sud di Salerno. Fu dapprima fondata, con il nome di Poseidonia, dai coloni greci diventando uno dei principali centri della Magna Grecia. L’abbandono nel VIII secolo d.C. a causa dell’impaludamento della zona circostante ha permesso che le sue rovine venissero alla luce recentemente e potessero essere ammirate nel panorama mondiale. Paestum ha 3 dei templi greci più antichi al mondo, e meglio conservati, più del Partenone ad Atene. Inoltre la zona è vicino al mare, ed è un attrazione turistica anche per le vacanze estive. Una piccola polis greca in un piccolo angolo d’Italia, le vale la pena di essere l’ultima delle meraviglie della Campania.

.

Sono l'autore del sito!

Leave a Reply:

You don't have permission to register