Gli ultimi articoli

+39-333-918-8323
Whatsapp
Corso Tullio Boccarusso 130, Massa di Somma 80040
info@heartourism.com

Lezione di cucina napoletana

Cuoco per un giorno

l’Italia, tra le tante cose, è famosa per essere un paese di buona forchetta, anzi la forchetta è nata proprio qui in Italia, a Napoli, e le esperienze nel mondo enogastronomico sono da sempre il nostro pane quotidiano. Infatti, la tradizione culinaria napoletana affonda le sue radici in epoca remota, già nel periodo greco-romano si assisteva ad un amore viscerale verso il cibo, visto come piacere della vita; a tal punto da essere affrescato anche sulle pareti e l’ornamento di casa, come possiamo ben osservare con i resti archeologici trovati negli scavi di Pompei ed Ercolano. Se poi si pensa al Liber de coquina, vale a dire il primo ricettario di cucina al mondo, scritto proprio a Napoli, si può ben immaginare la passione che ha questo popolo per il cibo.

Una tradizione culinaria, nutrita nel corso dei millenni, fino ai giorni nostri, per essere divulgata alle nostre generazioni e condivisa con il mondo intero. Questo è l’obiettivo della nostra lezione di cucina napoletana, condividere con il mondo circostante la nostra essenza primaria.

La lezione di cucina viene svolta in gruppo, con dei cuochi che ci seguono passo dopo passo, mostrandoci in primo luogo gli ingredienti e i metodi di lavorazione, per poi supervisionare il nostro operato quando saremo noi a cucinare. Effettueremo 3 portate, tra cui un dolce, del ricettario napoletano.

A fine corso, ci sederemo a tavola per gustare il nostro operato, accompagnati da buon vino italiano.

.

  • Destination

  • Departure

    Hotel o entrata scavi Ercolano
  • Departure Time

    11:00
  • Return Time

    Approssimativamente dopo 3 ore
  • Dress Code

    Non richiesto
  • Included

    Attrezzatura
    Personal Guide
    Trasporto
    Vitto
  • Not Included

    Alloggio
    Assicurazione
    Biglietti ingresso
    Foto
    Personal Skipper
1

Lezione: L'esperienza ha inizio

2

Pranzo: Relax in terrazza

Tour Location

Breve storia di Ercolano

La zona di Ercolano ha origini antichissime, ancora più antiche della città di Napoli. La sua fondazione, come altre città antiche, ha sia origine nel mito che storiche. Infatti, Dionigi di Alicarnasso narra che la città venne addirittura fondata dal semi dio Ercole nel 1200 a.C., da cui trasse il nome Herculaneum, mentre Strabone accredita le origini all'allora popolo locale, gli Oschi, nel XII sec. a.C. Ercolano venne in seguito conquista dai Greci nel 479 a.C. per poi passare ai Sanniti e infine ai Romani nel 89 a.C. Per quasi un secolo, la città ebbe la sua massima crescita, diventando un luogo residenziale dell'aristocrazia romana, fino alla quasi distruzione dell'eruzione del 62 d.C. per poi essere totalmente sepolta dall'eruzione del 79 d.C. In Seguito, dopo quasi mezzo secolo, venne fondata la città di Resina, di cui si hanno pochissime informazioni fino all'anno Mille. Purtroppo Resina sarà di nuovo protagonista, assieme agli altri paesi limitrofi, dell'eruzione del Vesuvio del 1631, in cui fece circa 4000 vittime. La peste fu un altro flagello che colpì il luogo 25 anni dopo, mietendo altre 400 vittime. Fu soltanto il secolo dopo, nel '700, che Resina ritornò a risplendere, grazie ad una fortunatissima scoperta, vale a dire l'antica città di Ercolano sepolta dall'eruzione del 79 d.C. Questo spinse il re Carlo III di Borbone ad intraprendere gli scavi, con la conseguenza diffusione della fama dell'antica città in tutta Europa, al punto tale da diventare una tappa importante del Gran Tour intrapreso dalle aristocrazie europee. Inoltre la costruzione della Reggia Reale di Portici, vicino appunto agli scavi, spinse tante famiglie aristocratiche a costruire suntuose ville lungo tutto un miglio, chiamato appunto Miglio d'oro, diventando cosi metà di villeggiatura. La città passò sotto varie dominazioni dal Medioevo fino al 1900 e mantenne questo nome fino al 1969, quando un decreto del Presidente della Repubblica restituì il suo glorioso nome, cioè Ercolano. Tale decisione, venne presa anche sulla considerazione degli ormai famosi scavi, che nella prima metà del Novecento, ci si adoperò per continuare il lavoro di riportare alla luce l'antica città.
La città oggi giorno è meta turistica mondiale, grazie al suo parco archeologico, e al famoso Miglio d'oro. Inoltre da Ercolano parte la strada per visitare il cratere del Gran Cono del Vesuvio, un luogo suggestivo ma anche panoramico, potendo ammirare tutto il Golfo di Napoli.

Recensioni & Testimonianze

Scopri Heartourism attraverso i racconti delle persone che hanno vissuto un'esperienza con noi.

Comments

Leave a Reply:

Accommodation
Destination
Meals
Overall
Transport
Value for Money

You don't have permission to register